*Scroll for English

Igor Scalisi Palminteri è un eclettico artista palermitano che si esprime attraverso diversi linguaggi: pittura, scultura, fotografia, video. Laureato in pittura all'Accademia di Belle Arti di Palermo, ha esposto spesso le sue opere sia in Italia che in altre città europee, con mostre collettive o personali. Organizza laboratori e workshop, in particolare con bambini e ragazzi ed è impegnato nel sociale e nell'arteterapia. 

Proprio da lui è partito il progetto dei cinque murales dell'Albergheria di Palermo. L'artista aveva infatti realizzato uno splendido "San Benedetto il Moro" in occasione dell'undicesima edizione del "Mediterraneo antirazzista". In seguito, incoraggiato dalla gente del posto, ha coinvolto altri artisti, ognuno dei quali ha realizzato un murale nel quartiere. Per saperne di più su questo progetto eccezionale, ecco l'articolo Cinque artisti e cinque murales per l'Albergheria di Palermo.

*Il murale di San Benedetto il Moro

Ci sono alcune costanti nella produzione di Igor, che segnano l'evoluzione del suo percorso artistico. Il rapporto con la madre, che l'artista ha perso quando aveva solo 25 anni, è una di queste costanti. Imparando a convivere con questa perdita, la sua ricerca artistica lo ha portato a oltrepassare i confini del visibile, mescolando ricordi fanciulleschi e immaginazione. Questi elementi si traducono in uno sguardo curioso e candido, proprio come quello di un bambino, e caratterizzano anche un'altra importante tematica indagata dall'artista: quella della sacralità e dei santi. Se da un lato i santi sono infatti rappresentati come semplici esseri umani, dall'altro Igor sfrutta il suo sguardo fanciullesco, attinge al patrimonio fumettistico e trasforma queste icone sacre in supereroi mascherati e dai mantelli di colori brillanti. A tutto questo fa da sfondo un'indagine sulla natura umana e la sua identità.

ENG

Igor Scalisi Palminteri is an eclectic artist from Palermo who uses different means and visual languages to express his art: painting, sculpture, photography, video. He graduated in Painting at the Academy of Fine Arts of Palermo and after that held many exhibitions with his artworks, both in Italy and abroad. he often plans labs and workshops, especially with kids. He is also socially committed and works with art therapy.

He was the very first artist to start the wall paintings project in the "Albergheria" district in Palermo. He had realised a an exceptional "San Benedetto il Moro" (St. Benedict the Moor) on the occasion of the 11th edition of "Mediterraneo antirazzista" (anti-racist Mediterranean). Later, he was encouraged by the local people and decided to get other artists involved to make other wall paintings in the same area. To know more about this exceptional project, here is the article  Cinque artisti e cinque murales per l'Albergheria di Palermo (Five artists and five wall paintings for the Albergheria of Palermo).

*The wall painting of St. Benedict the Moor

There are a few constant element in his production, each marking the evolution of his artistic path. The relationship with his mother, whom he lost when he was 25 years old, is one of them. While learning to live with the loss, his research brought him to go beyond the limits of the visible, mixing childhood memories and imagination. These elements result into a candid and curious look, like that of a child, and are also at the center of another one of the artist's recurrent themes: the sacred and the saints. On one hand in fact, saints are represented as simple human being, on the other, through his childlike approach which takes inspiration from comics, they become superheroes, with masks and colourful capes. 

On the background, always present, an analysis which focuses on human nature and identity.

Panaro

Questo sito utilizza cookies per garantire la miglior esperienza di navigazione.
Ok, avanti!
How can we help you?