English version

Colori, profumi, grida … e ovviamente sapori. I mercati di strada in Sicilia sono un guazzabuglio caotico e ingarbugliato che (s)travolge i sensi, un’esperienza disorientante e al tempo stesso esaltante, come lanciarsi in mare da uno scoglio e ritrovarsi - circondati dall’acqua - per un attimo sopraffatti, prima di riemergere.
E di tuffo parliamo, anche nel passato, in ciò che rimane di un mondo e di un modo - antico quanto l’uomo - di vivere la quotidianità e la strada, di relazionarsi e contrattare, un mondo di scambi (commerciali e non) tra i popoli più diversi. Una realtà che vive nei luoghi tanto quanto nelle persone ma che, come entrambi, sta cambiando velocemente.

I mercati di strada sono uno dei retaggi della dominazione araba e dei suq, i tradizionali mercati immersi in colori e tonalità brillanti e pervasi da intensi profumi speziati. Qui in Sicilia sono una realtà capillarmente diffusa su tutto il territorio, dai centri più minuscoli alle grandi città.

Bancone di spezie - source palermoguide.it

Se il mercato è l’espressione più “popolare” della vita della città, proprio per questo in ognuno di essi troviamo un tratto caratteristico, qualcosa che lo distingue dagli altri, strettamente intrecciato agli usi e costumi della comunità che lo ospita. Un pezzo della sua storia insomma, e della sua identità.

Proprio in questo senso, Palermo è tra le città più rappresentative del micro-mondo dei mercati storici. Una concentrazione di vicoli affollati e persone delle etnie più disparate, Palermo ospita alcuni tra i mercati più antichi di tutta la Sicilia. Vagando tra le bancarelle di Ballarò, la Vucciria o il Capo (solo per citarne alcuni) è ancora più forte la sensazione di essere tornati indietro nel tempo, o di aver messo piede in una dimensione parallela: frutta e verdura, carne e cibo di strada, e in generale l’ammasso di oggetti più variegato che si possa immaginare, il tutto arrangiato ad arte sui banconi, secondo schemi solo apparentemente casuali ma in realtà ben studiati. Cartelloni dalle offerte straordinarie e imperdibili, aria densa e fumosa e un concentrato di odori non del tutto distinguibili.

Banco del pesce - source genteinviaggio.it 

Su tutto, regnano le urla dei venditori - le cosiddette abbanniate - anche queste retaggio di un’antica tradizione di banditori, che hanno il fondamentale ruolo di attirare l’attenzione del potenziale acquirente ancora più della mercanzia stessa, di stuzzicarlo e coinvolgerlo, fargli pensare che proprio lì, su quel bancone, troverà qualcosa di unico rispetto a tutti gli altri.
E unici i mercati di strada lo sono davvero, riflesso dei siciliani e del loro modo - caotico e disordinato, ma in qualche modo prosperoso - di vivere la vita.

Qui su Putia.eu rendiamo onore a questa tradizione e a questo stile di vita a modo nostro, esaltando come sempre il talento, la fantasia e la creatività della nostra isola.

Ecco allora la magica atmosfera di mercati che sembrano persi nel tempo: sono le meravigliose illustrazioni dell'artista Vera Carollo, raccolte in una collezione di stampe che racchiudono l’essenza di un mondo che - pur nella sua natura evanescente - sembra qui fissato in un tempo eterno.

O ancora, ecco la straordinaria collezione di taccuini di Edizione Precarie, che ci riporta a contatto con le infinite possibilità creative della realtà che ci circonda, ri-utilizzando in modo originale la tradizionale carta usata per avvolgere il cibo sui banconi dei mercati.

Queste carte sono assolutamente uniche, nella consistenza come nei disegni: troviamo quelle dei prodotti da macelleria, quelle per frutta e verdura, o ancora quelle per avvolgere il pesce, tutto questo parte integrante di una tradizione secolare che racconta le storie e i costumi di un popolo variegato.

I taccuini di Edizioni Precarie riescono nell’intento di trasformare la tradizione in qualcosa di nuovo che sa di antico al tempo stesso, espressione del passato da cui proviene e incarnazione di una creatività tutta siciliana, pronta a traghettare questa stessa tradizione in un futuro che custodisce il nucleo autentico della sua identità.

Che aspettate? Pronti a tuffarvi nell’inebriante mondo dei mercati siciliani?

ENG

Street markets in Sicily: diving into a kaleidoscope of sensations

Colours, scents, screams ... and of course flavours. The Sicilian street markets are a chaotic and confusing mishmash that overwhelms your senses, a disorienting and yet exciting experience, like jumping from a rock right into the sea, feeling lost for a moment - surrounded by water - only to resurface soon after.
A true immersion, a dive into the past, in what remains of an ancient world made of daily life on the streets, a lost way of creating relationships and bargains, a world of exchanges (not necessarily trade-related) among the most diverse people. A reality that belongs to the places as much as to the people but, like both, is changing quickly.

The street markets are one of our heritage from the Arab domination and from the suq: the traditional markets full of bright colours and filled with intense spicy scents. Here in Sicily, they are a widespread practice, found all over the island, from the smallest towns to the big cities.

Spice counter - source palermoguide.it

A street market can be easily seen as the truest expression of a town's life. Because of it, we find a distinctive characteristic in each and everyone of them, something that tells one apart from all the others, deeply connected to the traditions of its community. In short, each market is part of the community's history, and therefore of its identity.

Palermo is among the most representative cities when it comes to the street markets' micro-world. A concentration of crowded alleys walked by all sorts of people, Palermo welcomes some of the most ancient markets in all Sicily. Wondering between one counter and the other, walking in Ballarò, la Vucciria or il Capo (just to mention the most famous names), one experiences the strong feeling of having stepped into a parallel universe, or simply back in time: fruit and vegetables, meat and street food, not to mention all sorts of object for any taste or purpose. All of this purposefully arranged on the counters, according to a disposition which is by no means accidental. Big signs with incredible offers, thick and smoky air and a concentration of scents often undistinguishable.

Fish counter - source genteinviaggio.it

On top of all, we can hear the screams of sellers and tradesmen - the so-called abbanniate. These too come from an old tradition of town criers and have the most important function of all: that of attracting potential customers, even more than the goods themselves, of teasing and engaging their interest, of making them think that what they can find on that specific counter is unique and cannot be found elsewhere. 
The street markets are truly a unique piece of Sicilian identity, a reflection of its people and of their way - chaotic and messy but somehow prosperous - of living life.

Here on Putia.eu we want to honour this lifestyle and this tradition by doing what we do best: by promoting the talent, fantasy and creativity of our wonderful island.

We have the magic atmosphere of street markets that seem lost in time in the amazing illustrations by artist Vera Carollo, collected in a series of prints that portray the essence of a world that - even in its intrinsically evanescent nature - appears to be fixed in time.

Or yet, the extraordinary collection of notebooks by Edizione Precarie, that take us back in touch with the infinite possibilities of Sicilian creativity. Here it's the traditional food wrapping paper used in the markets that gets skilfully re-invented.
This paper is absolutely unique, in texture as well as illustration: we can find the one used to wrap meat, the one for fruit and vegetables or the one for fish. All of them are part of a century-old tradition that tells stories about the past, its people and their way of living.

The notebooks by Edizioni Precarie succeed in turning tradition into something new and yet with a vintage taste, expression of a past that is not forgotten and embodiment of a kind of creativity that truly says "Sicily", ready to transport this same tradition into a future that will preserve its identity.

What are you waiting for then? Are you ready to dive in the exciting world of the Sicilian street markets?

Foto copertina - source buonalunabeb.it

Panaro

Questo sito utilizza cookies per garantire la miglior esperienza di navigazione.
Ok, avanti!
How can we help you?